Perchè fare sport? L’importanza dell’idratazione

Perché fare sport? I benefici di una regolare attività sportiva sono ben noti da tempo, e il benessere psicofisico che ne deriva è considerato non solo consigliato ma anzi necessario.

Introdurre stabilmente nella propria routine una continua attività fisica riduce infatti il rischio cardiovascolare, apporta un aiuto fondamentale nel controllo del peso, rallenta il sopravanzare delle malattie legate all’invecchiamento, e con il potenziamento del sistema immunitario riduce l’insorgere delle malattie in generale. A fronte di un fisico più tonico, potente e performante.

Oltre ai benefici fisici non sono da trascurare anche i benefici sulla tensione emotiva e sulla riduzione dello stress. Effetti possibile grazie al rilascio di endorfine nel corpo.

Attenzione però ad accompagnare l’attività sportiva, ma in realtà anche la vita di tutti i giorni, con un’adeguata idratazione.

Se non combattiamo costantemente la graduale perdita di liquidi soffriremo allora di effetti negativi sull’attività cardiaca, sulla sudorazione, e quindi sulla capacità di resistenza.

In condizioni di riposo, a temperatura ambiente, la dispersione di acqua dal corpo è meno di 1 ml/min. Con l’attività fisica, e l’aumento della temperatura, questa perdita può superare i 15ml/min.

Queste perdite idriche se non adeguatamente compensate vanno poi a causare una riduzione di acqua in tutti i compartimenti dell’organismo in particolar modo di quello circolatorio.

Non è possibile allora pensare a un’attività fisica efficacie e salutare se non affiancata da una corretta idratazione. Per non incorrere in spiacevoli e improvvise carenze è bene assumere liquidi fin da prima dell’attività sportiva. Possibilmente anche durante (se l’attività lo permette), senza aspettare di essere assetato. E chiaramente anche dopo, per restituire all’organismo la situazione di equilibrio.

Durante l’attività fisica disperdiamo, attraverso il sudore, oltre all’acqua, anche sali minerali e molte altre sostanze che dovrebbero essere reintrodotte quanto prima.

Ma cosa si può bere per un buon recupero? Una bevanda intanto facilmente assimilabile e che non causi problemi gastrointestinali, che sia rinfrescante ma non ghiacciata. E che contenga possibilmente potassio e magnesio, vitamine, maltodestrine, nutrienti antiossidanti e sali minerali.

È necessario avere presente che senza una buona idratazione non sarà possibile esprimere la propria performance sportiva al 100 %, e che da potenziale apportatrice di benefici rischia invece di tramutarsi in fonte di criticità.

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, Clicca qui