Una confezione all’altezza

OriOra ha scelto la soluzione più salutare e più sostenibile: il vetro.

Solo un contenitore in vetro poteva mantenere intatte e inalterate nel tempo tutte le caratteristiche di OriOra. Questo poiché il vetro non rilascia alle bevande che contiene alcuna sostanza. Avrete sicuramente notato come e quanto può essere alterato il sapore di acque minerali e delle bibite quando sono contenute in imballaggi di plastica, che essi siano brick, bottigliette o quant’altro.  Ma oltre a ragioni di “fragranza” ci sono anche implicazioni per la salute. Le materie plastiche se lasciate in determinate situazioni atmosferiche, come ad esempio al sole o in prossimità di fonti di calore, possono rilasciare sostanze nocive, elementi chimici che il nostro organismo smaltisce con difficoltà.  Il vetro invece è il materiale più adatto per la produzione di contenitori destinati all’uso alimentare.

Risulta un materiale perfettamente igienico: non contiene sostanze che possono rivelarsi tossiche e resiste nel tempo al deterioramento. È il materiale con il rischio più basso di interazione con il cibo e bevande, ed è la perfetta barriera di protezione a garanzia della conservazione del contenuto in tutta la sua essenza e fragranza.

Ma il vetro è anche in linea con l’idea di sostenibilità e rispetto ambientale. Una bottiglia viene sanificata e riutilizzata per almeno 50 volte prima di essere riciclata e produrre nuovo vetro. Questo lo rende un materiale riciclabile al 100% e infinite volte.

Per tutto questo il vetro non poteva che essere la scelta migliore per OriOra, per l’ambiente, e per te. È infatti un packaging studiato e progettato in ogni dettaglio, oltre che per il materiale anche per la forma stessa che va richiamare la canna da zucchero con i suoi tre nodi che lo contraddistinguono.

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, Clicca qui